.
Annunci online

ioelui
come cambia la vita


Ricette


18 febbraio 2007

Le ricette di Laura

Finalmente si va un po' sul pratico! Non sono piatti da grandi chef, Susi, ma vanno bene per un pranzetto veloce senza troppo impegno. E, soprattutto, fatica.

Pizza velocissima al formaggio.

Ingredienti-base: un rotolo di pasta sfoglia fresca buitoni, 250 gr. di formaggio molle tipo stracchino o robiola. Guarnizioni-variazioni a piacere.
Preriscaldare il forno. Stendere la sfoglia, bucherellarla con la forchetta e arricciare i bordi. Spalmarla di formaggio. Infornare fino a quando il formaggio non è squagliato.
(Attenzione: ogni forno ha vita a sé: se la pasta non dovesse cuocere uniformemente, la prossima volta infornatela senza formaggio; fatela tostare un attimo; poi tirate fuori, spalmate e reinfornate fino a cottura ultimata).
Sulla base di stracchino o di robiola ci si può sbizzarrire con aggiunta di: erba cipollina, acciughe dissalate, fiori di zucchina; oppure timo e parmigiano grattugiato; striscioline di fontina e prosciutto cotto; zucchine grigliate e mozzarella (strizzata per togliere l’eccesso di latte) o formaggino fresco di capra; salmone; dadini di gorgonzola; cipolla rossa e salvia; ecc. ecc. Perfetti gli avanzi di verdura saltata in padella.
I pomodori fanno invece troppa acqua e ammosciano la pizza.


Strudel di verdure.

Ingredienti: una pasta sfoglia fresca buitoni, 400 grammi di ricotta (possibilmente di pecora), parmigiano, noce moscata, verdura cotta (spinaci, cicoria, carciofi…), un uovo.

Fate saltare la verdura (strizzata e tritata) in padella per insaporirla e asciugarla un po’: gli spinaci col burro, la cicoria con aglio e olio e peperoncino, eccetera. In una zuppiera mescolate ricotta e verdura, aggiustate di sale e noce moscata, aggiungete una bella manciata di parmigiano. Stendete la sfoglia e al centro posate l’impasto. Arrotolate. Spennellate con un po’ di tuorlo d’uovo allungato con un goccio d’acqua. Infornate per circa 30 minuti a 180 gradi, fino a doratura ultimata.
Potete fare anche piccoli strudel monoporzione. Uno ve lo mangiate, e uno va dritto dritto in freezer.


Scottata di carne.

Un po’ di carne di manzo tagliata sottilissima, tipo carpaccio. Rosmarino. Aglio se piace.

In un piatto da forno, leggermente unto d’olio, stendere la carne. Salare pepare condire con qualche fogliolina di rosmarino (e l’aglio, eventualmente). Un filo d’olio per finire. Il forno deve essere molto caldo. Infornare per pochi minuti, il tempo di scottare la carne.

Verdure gratinate.

Zucchine, melanzane, peperoni, pomodori, cipolle bianche, radicchio… quello che c’è. Un bel po’ di pangrattato. Prezzemolo e aglio tritati. Sale e pepe.

Mescolare pangrattato, prezzemolo, aglio, sale, pepe. Tagliare le verdure (ben lavate) a fette sottili, pomodori e cipolle a metà, il radicchio in quarti. Stendere sulla piastra del forno un foglio di carta da forno bagnata e strizzata. Adagiarvi la verdura, cospargerla abbondantemente col trito, passarvi un filo d’olio. Mettere in forno già caldo. Per 10-15 minuti, o comunque fino a che dal forno esce un profumo da stordirvi.


Verdure all’origano.

Cipolle rosse, patate, pomodori, origano.

Tagliare a fette le verdure. In una larga pirofila unta d’olio, fare una disposizione tipo tegole sovrapposte: una fila di patate, poi, sfalsata, una fila di cipolle, una fila di pomodori, di nuovo patate, cipolle, ecc. Origano abbondante. Sale. Olio. Infornare. Ci vorrà una quarantina di minuti, controllate la cottura delle patate con una forchetta.


Vignarola di primavera.

Per 6 persone: 3 etti di fave sgusciate, 5-6 etti di piselli sgusciati, 3 carciofi puliti e fatti a pezzetti (passateli prima in acqua e limone così non anneriscono), guanciale a striscioline, una cipolla bianca tritata grossolanamente, 6-7 foglie di lattuga romana tagliate a striscioline.

Mettete tutto in pentola a pressione, con un po’ d’olio e di sale. Pochissima acqua. 15 minuti, o anche meno. Non deve diventare una pappa.


Zuppa di lenticchie alle verdure.

Lenticchie piccole, tipo Ustica o Colfiorito. Lavatele e mondatele. Mettetele in pentola a pressione (non serve l’ammollo) con: sedano, cipolla, carota, patata, pomodoro, aglio, basilico abbondante. E acqua. E sale.
Mentre cuociono le lenticchie (15-20 minuti) preparate un soffritto abbondante di cipolla e olio buono. Aprite la pentola a pressione (dopo aver fatto uscire il vapore, sia chiaro) e aggiungetelo alle lenticchie. Ancora un po’ di basilico. Peperoncino se piace. Ultimate la cottura.




permalink | inviato da il 18/2/2007 alle 17:28 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (6) | Versione per la stampa
sfoglia           
 
 




blog letto 1 volte
Feed RSS di questo blog Reader
Feed ATOM di questo blog Atom

COSE VARIE

Indice ultime cose
Il mio profilo

RUBRICHE

Diario
Ricette

VAI A VEDERE

Dolce Toscana
Sobjective
Susy Psicociok
Le Gite d'Indaiatiba
yogasutra
Accuradio
Africa
penelope1951
eta-beta
mietta
esperimento
chiamamiaquila
HeavenonEarth
ombra
barbara
pasqualedigennaro
sottiletta
Stef*
Danae
Mediterraneoblu
valigetta
stazionetermini
marynonpersempre


 

CERCA